Home » Blog » Le varietà e la raccolta delle mele

Le varietà e la raccolta delle mele

Quante varietà di mele ci sono?

Possiamo mangiare mele tutto l’anno poichè le varietà e la raccolta delle mele abbracciano tutto l’anno. Infatti, entrati dal fruttivendolo, ci accorgiamo che esposte ci sono una gran varietà di mele dai colori e dalle dimensioni diverse. Sapere quante varietà di mele ci sono è una domanda di difficile risposta. Ad oggi se ne contano indicativamente più di 7500, ma il numero continua a crescere. Le mele possono essere suddivise per gruppi: le D.O.P., le I.G.P., e i presidi Slow Food.

Dal 2003 l’Unione Europea ha riconosciuto alla mela coltivata in Val di Non e in Val di Sole la Denominazione di Origine Protetta (D.O.P.). Si fa riferimento in particolare alle mele della varierà Golden Delicious, Red Delicious e Renetta Canada. Sono tutte mele di prima qualità e in conformità con il Disciplinare di Produzione europeo che ne regola la qualità dei frutti, la quantità di frutta prodotta e il numero di piante per ettaro.

Le mele dell’Alto Adige hanno il riconoscimento IGP (Identificazione Geografica Protetta). I pomi coltivati sono le varietà: Golden Delicious, Red Delicious, Gala, Fuji, Morgenduft, Renetta, Granny Smith e Pinova. A renderle speciali innanzi tutto è il clima, caratterizzato dall’alternarsi di temperature calde e fredde senza bruschi sbalzi, che permette una maturazione lenta e costante dei frutti. Poi è importante la composizione chimica del terreno ricco di ossigeno e ricoperto di manto erboso che protegge le radici sottostanti e ne previene l’inaridimento. Infine la tradizione di coltivazione che risale al medioevo. Tutti questi elementi conferiscono alle mele inimitabili qualità organolettiche.

Infine i presidi Slow Food tutelano le varietà di mele antiche, coltivate ancora in ristrette zone del territorio italiano e che spesso conservano nomi legati al diletto locale.


Quali sono i colori della mela?

Le mele hanno colori generalmente molto accesi che ci invogliano ad addentarle. Si parte con la mela Renetta che ha i colori più spenti avendo una buccia rugosa di tonalità gialla che tende al ruggine. Le Golden Delicious hanno una colorazione dal verde al giallo con possibile faccetta rosata, le Fuji e le Red Delicious sono verdi e gialle con sovraccolore rosso. Le Granny Smith sono facili da riconoscere per la buccia di colore verde, anche in piena maturazione, con possibile sfumatura rosata. Dal colore inconfondibile ci sono anche la mela rosa dei Monti Sibillini, che appunto ha la buccia rosa con sovraccolore giallo; è invece rossa la Stark Delicious e ricorda la mela di Biancaneve.

varietà di mela verde

In che periodo si raccolgono le mele?

Il periodo di raccolta cambia in base alla varietà coltivata. Ci sono mele estive, come le Gala, la cui raccolta è tra luglio e agosto; mele autunnali come le Golden Delicious, le Granny Smith e le Renette; e infine le mele autunnali vernine come le Pink Lady che vengono raccolte tra fine ottobre e inizio novembre. Non è raro che il raccolto sia fatto in due momenti distinti. Ad esempio se l’albero è molto grande alcune mele matureranno prima di altre, le seconde verranno raccolte successivamente.


Come si raccolgono le mele?

Innanzi tutto per sapere se una mela è pronta è necessario conoscerne la varietà e quindi essere preparati su quale colore di maturazione aspettarsi. La mela deve essere pronta non solo cromaticamente, ma si deve testare anche se il picciolo si stacca facilmente dall’albero quando lo si torce.

La raccolta viene fatta in modo manuale. Il frutto viene afferrato e tirato verso l’alto con una leggera torsione. Per raggiungere le parti più alte dell’albero, dove si nascondono i frutti migliori, ci si aiuta con lunghe scale. Ad oggi è ancora questo il metodo migliore di raccolta soprattutto se il frutto viene servito sulle nostre tavole. La raccolta a mano infatti evita che il frutto si rovini e presenti ammaccature.

Ad oggi tecniche di raccolta meccanizzare non esistono, ad eccezione di un macchinario robotizzato che, individuato il frutto sull’albero, dolcemente lo aspira. Le grandi aziende sono spesso datate di trattori a pedane mobili che sostituiscono le scale e aiutano i raccoglitori a raggiungere i frutti e a riporli nelle grandi casse chiamate bins.

Dopo la raccolta non è raro che restino sull’albero ancora dei frutti che vengono scartati. Queste mele cadranno poi a terra arrivate al momento di sovramaturazione. Per raccogliere rapidamente e con poca fatica questi frutti lo strumento roll-in xlarge è molto utile. In poco tempo il meleto tornerà ad essere pulito evitando così di lasciare a terra del cibo per animali indesiderati.

raccolta delle mele

Dove posso trovare il roll-in per la raccolta delle mele?

Il raccoglitore di mele roll-in lo trovi nelle migliore ferramenta. Lo puoi acquistare anche direttamente online da Centro Verde Rovigo.